L’archetipo Ares rappresenta, insieme ad Efesto, uno degli dei Figli rifiutati: nel mito si racconta che, pur discendendo dall’unione di Zeus ed Era (anche se in alcuni racconti pare che sia lei a generarlo da sola), Ares viene rifiutato dai genitori poichè eccessivamente impetuoso, irrazionale e coinvolto nello scontro e nella guerra. Ares incarna quegli attribuiti maschili di forza bruta, istintualità ed eccesso che non riscuotono grande stima nella nostra società, ben più incline a favorire un modello maschile “mercuriale”, legato cioè all’archetipo Ermes, o “apollineo”, proprio di Apollo: entrambi rappresentanti della ragione, del controllo, della strategia e della comunicazione. Nei miti il padre Zeus disprezza e ridicolizza Ares: questo rifiuto non può che alimentare la potenza degli istinti di Ares inducendolo al discontrollo. Viene istruito dal suo mentore, il dio Priapo, sull’arte della danza e poi su quella della guerra. Si ribella agli ordini del padre Zeus lanciandosi nelle battaglie infuocato dal suo spirito impulsivo per poi esserne sbeffeggiato davanti agli altri dei dell’Olimpo; si unisce a molte donne generando  numerosi figli: è celebre nei racconti il suo legame con Afrodite, della quale diviene l’amante. E’ possibile che l’archetipo Ares si risvegli nella tua vita quando vivi reazioni impulsive ed appassionate che sei portato ad agire attraverso il corpo senza pensare alle conseguenze: reazioni compatibili con la sessualità e la danza, o in risposta ad eventi che suscitano collera, anche in difesa di qualcuno più vulnerabile, ma non con molti elementi della vita quotidiana che necessitano di elaborazione e lucidità mentali. 

Scopri se il tuo archetipo dominante è Ares. Sei un bambino molto attivo ed energico: protesti urlando fino a quando non ottieni quel che desideri, dopodichè ti acquieti totalmente. Quando sei tranquillo sei un bambino socievole ed espansivo, curioso, al quale piace coinvolgersi in giochi fisici ad alto impatto, dimostrando già in tenera età un temperamento focoso. Tendi a prendere quel che vuoi quando lo vuoi, preda dell’emozione del momento: tendenza che ti porta a fare piccoli disastri rompendo oggetti fragili e lasciando dietro di te parecchi cocci. Sta ai tuoi genitori e agli insegnanti comprendere la fondamentale bontà del tuo temperamento e non intestardirsi a renderti un “bambino modello” che “sta dove ti si mette”, quanto piuttosto a incanalare la tua grande energia in attività per te stimolanti e proficue, comunicandoti accettazione. Una madre che incarna l’archetipo Atena, donna razionale, pragmatica e lucida, è forse la miglior madre per te: è capace di non colludere con la tua istintività, trovando adeguate strategie per renderla produttiva; una buona madre è pure una donna Afrodite, che sa coinvolgerti con la sua dolcezza e tenerezza. Al contrario, una madre Era, forse il tipo di madre che più di frequente si riscontra, è la madre che può più intaccare la tua fragile autostima imponendoti regole severe, mostrandosi collerica e spesso insoddisfatta o, peggio, provando repulsione per la tua istintualità. La figura del padre è pure cruciale, poichè fonda la tua identità adulta maschile: se hai un padre Zeus ne puoi venire mortificato ed allontanato dato il suo approccio troppo razionale e distaccato; la stessa cosa si può verificare con un padre Apollo; al contrario, il miglior padre per te è rappresentato da un uomo Dioniso in equilibrio, poichè sa entrare in sintonia con la tua istintualità aiutandoti a incanalarla senza giudizio e sapendoti mostrare affetto in modo diretto e fisico. In adolescenza è scontato vivere in modo amplificato tutta l’irruenza di questa fase della vita caratterizzata dalla pubertà con l’erompere degli impulsi sessuali, dell’aggressività e degli sbalzi d’umore. La rotta evolutiva per te dipende in gran parte dal tipo di amicizie coi coetanei: se questi ti coinvolgono in hobby ed interessi, soprattutto sportivi, positivi, ti diverti e sviluppi un bellissimo senso di appartenenza e una sana autostima; se i tuoi amici sono ragazzi disorientati con alle spalle famiglie problematiche che ti coinvolgono in attività da bande al limite della legalità, vai probabilmente incontro ad una deriva sociale. A livello lavorativo non sei tagliato per studi universitari o attività che richiedono pianificazione a lungo termine: prediligi lavori dove hai molteplici stimoli, puoi muoverti, non essere assoggettato a rigide gerarchie e ruoli statici. Attratto dalla vita militare, dove, a parte l’impegno per inserirsi nella disciplina, puoi fare carriera data la tua naturale vocazione, dai corpi di polizia, dal mondo delle arti e dello spettacolo dove ti distingui per i tuoi ruoli appassionati: ti piace poi molto lavorare in gruppi, sei solidale e leale, cameratesco. Con i tuoi amici spendi molto volentieri il tuo tempo condividendo attività pratiche e tenendoti lontano da discorsi politici, filosofici o comunque impegnati: i tuoi argomenti preferiti sono gli sport e le donne, hai un grande senso dell’amicizia infatti ti muovi senza esitazione in aiuto degli amici in difficoltà e puoi lasciarti andare ad abbracci e gesti fisici goliardici. Per quanto riguarda il rapporto con le donne ti muovi spinto dal fuoco della passione: ti avvicini alle donne con il fare di un predatore. Sei un seduttore impetuoso, assolutamente non raffinato: la coppia più di successo è quella composta da te ed una donna Afrodite, poichè entrambi siete esuberanti, istintivi, sensuali, vivete nel qui ed ora noncuranti delle conseguenze. Siete una coppia stravagante che vive “con il vento tra i capelli”. La coppia, invece, più disastrosa, è quella tra te ed una donna fragile proveniente da una famiglia problematica dove ha vissuto la violenza e la coercizione. Generalmente Ares tendi ad essere respinto da altri tipi di donne che ti considerano troppo irruento ed ingestibile: in tali casi è molto probabile che diventi persino misogino, sentendoti rifiutato e sbeffeggiato dalle donne, mentre il tuo più profondo desiderio è quello di trovare una compagna che si coinvolga con te nella passione e nell’istinto di attività quali il sesso, la danza, lo sport o il cibo. Nella sessualità, se sei in equilibrio, sei sensuale e vigoroso, se in disequilibrio perchè magari la tua infanzia è stata segnata dalla violenza o dal rifiuto, è probabile che abbia tu una condotta deviante, usando a tua volta la violenza sulla partner: in generale non sei un tipo di uomo ligio a principi religiosi per cui difficilmente riesci ad astenerti dall’attività sessuale. Sei portato al tradimento, e vieni facilmente scoperto dalla partner date le tue difficoltà di agire con metodo e furbizia. Arrivi al matrimonio sull’onda del sentimento: ti sposi senza “valutare” bene la donna che hai di fronte, ma semplicemente se ti sente ardere per lei. Facile che il matrimonio giunga in seguito alla gravidanza della donna. Se, durante la vita coniugale, mostri la tua intemperanza e reattività avendo problemi a lavoro o con la partner o con le famiglie di origine, è probabile che la coppia giunga a terribili litigi che esasperano ancor di più la tua veemenza e rendono molto probabile il divorzio. Probabile, anche, però, che in età matura tu sviluppi altre sensibilità e  tu voglia dedicarsi con più metodo alla carriera o voglia intraprendere nuove attività, arricchendo la tua vita di stimoli diversi e fino ad allora impensabili. Con i figli ancora piccoli puoi essere davvero un buon padre: molto presente, fisico e giocherellone, coinvolgi i bambini negli sport e ti appassioni insieme a loro. I problemi iniziano durante l’adolescenza in cui i figli manifestano ribellione, sviluppano interessi intellettuali o artistici: se tu come non hai in steanche altri archetipi, non riesci più a comprenderli e puoi “perderteli per strada”. Peggiore è lo scenario in cui tu, reduce da una infelice infanzia, reagisca alle provocazioni dei figli usando la violenza, magari sotto l’effetto di alcool di cui fai abuso: in tali casi in casa si sparge un’atmosfera di terrore cui è saggio porre termine con una separazione coniugale

Il principale lato “Ombra” dell’archetipo Ares è la violenza: portare in te questo archetipo impone un grande equilibrio, poichè facilmente lo spirito guerriero ed indomito può degenerare nella violenza cieca e indiscriminata. Hai bisogno di rientrare in contatto con iltsuo Bambino interiore, quella parte emotiva che è stata calpestata, anche con la violenza, nell’infanzia, dal rifiuto, la repulsione e la colpevolizzazione degli adulti. Solo riscoprendo la tenerezza e la dolcezza di questa parte molto spesso repressa puoi emanciparti dalla violenza che fa intorno a lui terra bruciata. In questo compito essenziale è l’aiuto di Ermes, che ti insegna a rispondere con la parola, anzichè con l’impulso, agli eventi della vita. Per sviluppare poi un rapporto armonioso con il tuo corpo, ti giova del supporto di una donna Afrodite, che, con mitezza e dolcezza, ti aiuta a vivere il corpo nella danza e nei sensi, superando le tue reazioni istintive fuori controllo. Infine, per guadagnare autocontrollo e disciplina, ti giovi del supporto di altri archetipi, quali Apollo ed Atena, che ti insegnano la giusta misura, la pianificazione e la pacatezza nell’agire e nelle scelte. 

Se vuoi avere un’informazione o fare una chiaccherata con me clicca qua sotto:

Show Buttons
Hide Buttons